Scroll Top

La Strada: “Dopo anni di battaglie, Reggio avrà un dormitorio comunale per i senza fissa dimora”

IMG_2351

Finalmente anche Reggio Calabria ha un dormitorio comunale destinato alle persone senza fissa dimora.

Dopo anni di battaglie, di impegno, di sit in, di interrogazioni e interpellanze, di proposte siamo arrivati all’apertura di un servizio indispensabile per chi dorme in strada. Si arriva così alla realizzazione di uno degli obiettivi del Piano di Zona, un punto essenziale per i più svantaggiati della città.

Negli ultimi anni Reggio ha ascoltato più volte la voce de La Strada che ha posto tante volte la questione. Ora che l’obiettivo per la collettività è raggiunto non possiamo che esserne soddisfatti, anche per la scelta dell’Amministrazione di destinare il servizio in un’area più centrale rispetto alla destinazione di Pietrastorta, per anni individuata senza che si arrivasse all’attivazione. Dopo un confronto in consiglio comunale e in commissione insistente, serrato e a volte duro oggi il servizio è attivato nel cuore della città, in uno spazio più facilmente raggiungibile dalle persone bisognose di un posto per dormire. La riflessione è che un’opposizione competente e motivata da interessi collettivi può essere l’occasione per l’Amministrazione per dialogare con i corpi più disagiati del territorio e indirizzare meglio la propria azione. Avevamo detto che non saremmo arretrati di un centimetro sulla questione, e non l’abbiamo fatto. Ma va dato atto che  abbiamo trovato nel tempo una maggiore comprensione del fenomeno da parte del consiglio comunale e delle Politiche Sociali, fino alla recente attivazione del servizio.

Oggi il Comune di Reggio Calabria dispone, quindi, di un servizio di 15 posti letto per i senza tetto. La struttura di accoglienza si trova in Via Vecchia Cimitero snc, presso i locali della già scuola dell’infanzia statale G. Pascoli.  L’accesso può avvenire: volontariamente o su segnalazione dei Servizi Sociali Comunali, delle Forze dell’Ordine, di enti e associazioni di volontariato. L’ingresso all’accoglienza per gli ospiti è prevista dalle 19:00 alle 22:30 ed è giornaliera. Gli ospiti potranno stare presso la struttura dalle ore 19.00 alle 7.00 del mattino.

Va detto pure che con l’apertura del servizio in questa stagione dell’anno si supera anche il criterio della logica emergenziale che pareva indirizzare gli interventi spot precedenti. Non solo quando fa freddo o quando piove: l’accoglienza va garantita sempre, perché il dormitorio può essere anche un osservatorio privilegiato per il disagio dei più deboli e per attivare in tempo i servizi alla persona connessi. Anche questo era un punto della riflessione de La Strada in questi anni e siamo contenti che il confronto reciproco e l’ascolto con l’Amministrazione e con l’assessore abbiano portato anche alla condivisione di questo paradigma dell’accoglienza. Ora il nostro compito sarà quello di verificare che il servizio funzioni e funzioni bene e duri nel tempo.

Post Correlati

Preferenze privacy
Quando si visita il nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni attraverso il browser da servizi specifici, generalmente sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Si noti che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.